Coltivatori di fagioli niebé dell’Oudalan

Burkina Faso - Legumi

La provincia dell’Oudalan si trova nella zona transfrontaliera che divide Mali, Niger e Burkina Faso in pieno Sahel africano. Nel villaggio di Saouga un gruppo di 160 donne coltiva e trasforma un particolare tipo di fagiolo che riveste un’importanza fondamentale per la sovranità alimentare delle popolazioni della regione: il fagiolo niebé (Vigna unguiculata). Questa leguminosa viene coltivata in consociazione con i cereali locali come il miglio e il sorgo, oppure con il cotone. La sua particolare resistenza agli attacchi parassitari consente agli agricoltori locali di ricorrere esclusivamente a trattamenti naturali, come l’olio estratto dalle foglie di neem (Azadirachta indica) mescolato con foglie di tabacco o sapone; inoltre la sua tolleranza alla siccità rende la coltivazione della pianta semplice e poco dispendiosa. I semi di fagiolo niebé sono raccolti ancora racchiusi in baccelli per essere mangiati verdi, oppure fatti essiccare e trasformati in farina e utilizzati come ingrediente in numerose preparazioni. Grazie al loro elevato contenuto di proteine e vitamina B6, i semi del fagiolo niebé costituiscono una valida e accessibile alternativa al consumo di carne per tutte le popolazioni del Sahel.

Area di produzione
Villaggio di Saouga village, Oudalan

Contatti

Referente
Boubacar Cisse
Tel. +226 74103609 +226 78977555
crus@fasonet.bf bolimam@yahoo.fr