Terra Madre Terra Madre - Choose your language Ministero delle politiche agricole forestali Regione Piemonte Comune di Torino Slow Food
Ai popoli di Terra Madre

Il filosofo e sociologo francese Edgar Morin invia il suo saluto ai “popoli” di Terra Madre nella prefazione dell'edizione francese dell'ultimo libro di Carlo Petrini, “Terra Madre”, pubblicato in questi giorni da Éditions Alternatives – Gallimard.

Sostengo Terra Madre con calore perché, fondamentalmente, quel che considero più importante, è che sia stato messo in relazione il problema della qualità gastronomica con quello del tempo. Il tempo di oggi è un tempo sempre più accelerato e agitato, stressato, cronometrato. Dobbiamo riconquistare il nostro tempo umano e vitale. Stiamo parlando del problema dell’alimentazione, dell’agricoltura e in particolare di tutti i saperi tradizionali esistenti al mondo che bisogna salvaguardare perché ci troviamo di fronte all’espansione dell’agricoltura, della monocoltura e dell’allevamento industriali, che si stanno diffondendo nel mondo e soprattutto, tragicamente, nei Paesi del Sud, che stanno distruggendo la produzione alimentare e il mondo contadino. Un tempo tutta la produzione alimentare consisteva alla fin fine con le forme tradizionali di coltura; ben inteso, serve una simbiosi tra tutti i saperi tradizionali e quelli che può fornire la scienza moderna, ma non bisogna lasciare via libera all’egemonia dei tecno-burocrati, formati nelle scuole di agricoltura, su dei contadini che possiedono un sapere millenario. Per questo [la vostra] è una causa importantissima. Chi potrebbe negare, infatti, che l’agricoltura e l’alimentazione siano la causa di tutta l’umanità? Ma parlare di agricoltura vuol dire parlare anche del problema della proprietà: abbiamo a che fare con appezzamenti sempre più grandi consegnati al profitto capitalista, da cui le popolazioni locali vengono escluse. Entra quindi in gioco la questione sociale, quella della disuguaglianza perché tutti questi piccoli agricoltori cacciati finiscono nelle bidonvilles...in altre parole, per interazione e per interferenza, siamo al cuore del grande problema, con l'assoluta necessità di cambiare rotta. Quello che mi ha attirato di Terra Madre è che, partiti da un’esperienza legata alla riconquista del tempo per nutrirsi, di un tempo umano per mangiare, di un tempo di convivialità dedicato ai piaceri della tavola, si è cominciato a capire che si stava ponendo anche il problema di tutte le alimentazioni e dell’agricoltura e, allo stesso momento, ci si è resi conto che è necessario condurre precisamente questa lotta per salvare il pianeta.

Cari amici di Terra Madre, vi mando i miei saluti e tutti i miei incoraggiamenti per continuare nella vostra opera che è assolutamente vitale. State lottando per la salvaguardia di tutte le qualità della vita, e avete un ruolo immenso da sostenere.

Edgar Morin

Clicca qui per acquistare una copia di "Terra Madre" di Carlo Petrini in italiano

Clicca qui per maggiori informazioni sulla visita di Carlo Petrini in Francia e sulla presentazione dell'edizione francese di "Terra Madre" (in francese)


archivio voci Archivio
 
 
 
 
 
 
Notizie di Terra Madre
  Italia - 26/02/2013  
  Nuovi paradigmi contro il land grabbing  
  Gandhi ha affermato che su questa terra ci sono abbastanza risorse per tutti, ma esse non sono sufficienti a causa dell’avidità di pochi: l’avidità genera povertà. Dal 2009 in Africa...
 
   
 Archivio

Fondazione Terra Madre C.F. 97670460019 • Note legali Powered by Blulab