Terra Madre Terra Madre - Choose your language Ministero delle politiche agricole forestali Regione Piemonte Comune di Torino Slow Food
Due pastori olandesi nella brughiera

Ogni mattina portiamo le nostre 600 pecore di razza Drenthe Heath, la più antica in Europa, a pascolare sul balloërveld (brughiera) così come innumerevoli pastori hanno fatto fin dal medioevo in questo angolo nord-orientale dell’Olanda. In un’epoca in cui l’allevamento industriale, gli ipermercati e le catene di ristoranti costituiscono sempre più la norma, perpetriamo con calma una tradizione piacevole per noi e per i nostri visitatori e importante per l’ecologia locale. Inoltre preserviamo una razza rara, portando sul mercato locale una carne ottima e biologica.
Ho intrapreso questo percorso slow quando ho incontrato il mio compagno Albert, passeggiando nella brughiera. Albert ha iniziato a dedicarsi alla pastorizia 26 anni fa, dopo una breve carriera nella polizia, e ora è uno dei principali allevatori della Drenthe. Io ero una professionista delle arti visive, ma dopo il nostro incontro ho cambiato vita.
Ora ogni giorno conduciamo le pecore al pascolo nella brughiera, portando con noi un pranzo leggero e dell’acqua per fare rientro nel tardo pomeriggio. Lavoriamo con i cani per tenere unito il gregge e, se il tempo è buono, le ore passano molto tranquillamente. Io a volte leggo, disegno, ma spesso lascio vagare i pensieri in questo paesaggio affascinante che mostra con orgoglio le ricchezze della propria storia: cumuli di terra e pietre segnalano antiche aree di sepoltura Neandarthal e i resti di antichi campi agricoli celtici.
Per la vendita del prodotto, inizialmente abbiamo avuto qualche difficoltà perché le nostre pecore sono più piccole rispetto alla media. Tuttavia la carne di Drenthe è ricercata per la tenerezza e il sapore di erbe aromatiche e ora abbiamo creato un ottimo rapporto di collaborazione con il macellaio Rob Rijkes. Rijkes non solo vende i vari tagli, ma produce anche un ottimo salame di agnello insaporito con aglio, pomodoro o con fiori della brughiera. La nostra carne sta diventando rinomata in tutto il paese e la certificazione biologica, ottenuta lo scorso anno, ha ulteriormente aumentato l’interesse.
Inoltre, il governo ci eroga sussidi per incentivare il pascolo nella brughiera, dato che la presenza delle pecore gioca un ruolo importante nell’ecologia locale. Come previsto dall’autorità per la conservazione del territorio, dedichiamo un acro di pascolo a ogni pecora.
I pastori sono sopravissuti in poche aree dell’Olanda, come la zona di Kempen nel sudest, e nella parte occidentale del paese, molti non hanno mai sperimentato questo tipo di allevamento. Per questo motivo abbiamo deciso di offrire anche attività didattiche.
Regolarmente porto nella brughiera gruppi che vogliono provare l’esperienza della pastorizia. Affittiamo inoltre il fienile come sala riunioni alternativa: qui ci si libera da cravatta e tacchi alti, si lavora al mattino seduti sulle balle di fieno e di passa il pomeriggio all’aperto con le pecore. A marzo festeggiamo la nascita degli agnelli con un festival che attrae circa 2 mila persone nella fattoria e, al nostro festival di Natale arrivano circa 6 mila visitatori. Partecipiamo agli eventi locali di Slow Food e, in pochi mesi, avvieremo un centro didattico nell’ovile che fornirà informazioni su Slow Food e sui Presìdi. Abbiamo sviluppato a livello locale una fantastica comunità di sostenitori della pecora Drenthe che si estende sia a livello nazionale sia internazionale fino a Slow Food e a Terra Madre, al cui evento mondiale ho avuto la fortuna di partecipare nel 2006 e nel 2008.

Marianne Duinkerken
m.w.duinkerken@hotmail.com
www.herdersvanballoo.nl




archivio voci Archivio
 
 
 
 
 
 
Notizie di Terra Madre
  Italia - 26/02/2013  
  Nuovi paradigmi contro il land grabbing  
  Gandhi ha affermato che su questa terra ci sono abbastanza risorse per tutti, ma esse non sono sufficienti a causa dell’avidità di pochi: l’avidità genera povertà. Dal 2009 in Africa...
 
   
 Archivio

Fondazione Terra Madre C.F. 97670460019 • Note legali Powered by Blulab