Terra Madre Terra Madre - Choose your language Ministero delle politiche agricole forestali Regione Piemonte Comune di Torino Slow Food
La battaglia del succo d'arancia

Con un emendamento contro il Governo Pd e Sel ottengono l’approvazione in Commissione agricoltura della Camera (quindi all’intera Camera) di un testo che obbliga i produttori di bevande analcoliche ad aumentare la quantità minima di frutta che ora passa, per legge, dal 12 al 20%.

Ora la palla passa al Senato ma il percorso non sarà affatto semplice. Il passaggio al 20% della frutta contenuta nelle bibite- considerate che nell’Ue la media della frutta contenuta in queste bevande è del 5% - aveva superato il blocco delle multinazionali che sostenevano che un aumento di frutta avrebbe alterato il gusto delle loro mitiche bevande. Ma la proposta italiana era state fermata dalla Commissione europea perché il Governo italiano aveva ritardato la notifica a Bruxelles e soprattutto perché l’imposizione di una percentuale minima avrebbe potuto bloccare la libera circolazione delle merci. Ma per fortuna l’Italia non demorde e spinge per non far pagare l’acqua come la frutta: «un’impostazione che sta facendo sparire il frutteto italiano» sottolinea il presidente Roberto Moncalvo di Coldiretti.

In realtà, l’art.4 del dpr 19 maggio 1958, che l’emendamento va a modificare parla di bibite «vendute» quindi, sottolinea la senatrice Pd Leana Pignedoli il 20% riguarda le bibite «prodotte e commercializzate» in Italia. E sempre con questa norma, spiega il deputato Pd Niccodemo Oliverio viene «impedita la procedura di infrazione» perché viene abrogata e sostituita la norma Balduzzi fermata dalla Commissione Ue.

Come accennato prima l’emendamento, votato dalla commissione Agricoltura in sede consultiva, dovrà adesso passare al vaglio della commissione Politiche europee che sta esaminando la legge comunitaria in sede referente: «Se il decreto emendato ora passa al Senato questa volta l’Europa non ci potrà stoppare, abbiamo seguito tutte le loro indicazioni». 

 
 
Notizie di Terra Madre
  Italia - 26/02/2013  
  Nuovi paradigmi contro il land grabbing  
  Gandhi ha affermato che su questa terra ci sono abbastanza risorse per tutti, ma esse non sono sufficienti a causa dell’avidità di pochi: l’avidità genera povertà. Dal 2009 in Africa...
 
     
 Archivio

Notizie Slow Food
  18/04/2014  
  Natale con i tuoi, Pasqua con... Slow Food!  
  Questo #sloweekend ci piace molto perché durerà tantissimo!!! E per augurarvi buona Pasqua e buone vacanze vi diamo appuntamento lungo tutto lo Stivale con le nostre...
 
   
 Archivio
Fondazione Terra Madre C.F. 97670460019 • Note legali Powered by Blulab