Terra Madre Terra Madre - Choose your language Ministero delle politiche agricole forestali Regione Piemonte Comune di Torino Slow Food
Al via in Guatemala il Festival del Mare

Promosso dal Cisp, il festival inizia oggi con un intervento di Slow Food e l'obiettivo di proteggere e valorizzare la pesca, il territorio e le tradizioni e la seconda barriera corallina più grande del mondo

Promuovere il valore e la ricchezza ecologica, culturale ed economica del Golfo dell'Honduras su cui si affacciano Belize, Guatemala e Honduras: è questo l'obiettivo del Primo Festival del Mare, che si apre oggi 2 dicembre e durerà fino al 4 dicembre a Izabal (Guatemala). A organizzarlo è il CISP-Sviluppo dei popoli, insieme a ADA2 (Alleanza di diritto ambientale e acqua), la Fondazione Mario Dary Rivera, il MAR Fund (Fondo Mesoamericano per il sistema della barriera corallina) e RIGOH (Alleanza tri-nazionale per la conservazione del Golfo dell'Honduras), con il sostegno finanziario della Cooperazione italiana allo sviluppo e dell'Unione Europea.

Sono stati organizzati nel quadro dell'iniziativa mercati e discussioni tematiche, con il coinvolgimento delle organizzazioni comunitarie, pubbliche, private e del pubblico in generale dei tre paesi che si affacciano sul golfo. “Con questo festival – spiega Melvyn Tenì, rappresentante del CISP in Guatemala – vogliamo creare uno spazio di educazione ambientale, porre l'attenzione sull'importanza delle risorse marine della zona, e sull'urgenza di azioni di protezione, di pesca sostenibile e di valorizzazione della cultura locale”.

Saranno inoltre illustrati i progetti di sviluppo sostenibile ed educazione ambientale con uno spazio di nuove opportunità per chi intende operare nella regione. Non mancheranno concorsi acquatici, di scultura e murales, oltre a intrattenimento per i bambini e concerti. “Questa regione – aggiunge Luigi Grando, responsabile CISP per i progetti in America Latina – può contare su un'incredibile diversità biologica, una molteplicità etnica e culturale di grande vitalità, ed è parte del secondo sistema di barriere coralline del pianeta; una ricchezza che va protetta e valorizzata. Per questo il CISP è impegnato nella regione con diverse iniziative, finanziate dalla Cooperazione Italiana e dall’Unione Europea, che appoggiano la promozione dello sviluppo territoriale e la tutela delle risorse locali.

Per raccontare l’esperienza a tutela della pesca artigianale delle comunità della rete di Slow Food e Terra Madre parteciperà al Festival anche Michèle Mesmain, coordinatrice della campagna Slow Fish. Questa campagna internazionale, lanciata nel 2010 con il sostegno della Lighthouse Foundation, ha lo scopo di ampliare le conoscenze sulle comunità di pescatori artigianali, sulle pratiche di pesca tradizionali e sulle risorse di mari, fiumi e laghi, facendo riscoprire allo stesso tempo specie neglette e gusti dimenticati che il mercato globalizzato tende a far scomparire.

Per saperne di più:
www.slowfood.it/slowfish
www.sviluppodeipopoli.org
 
 
Notizie di Terra Madre
  Italia - 26/02/2013  
  Nuovi paradigmi contro il land grabbing  
  Gandhi ha affermato che su questa terra ci sono abbastanza risorse per tutti, ma esse non sono sufficienti a causa dell’avidità di pochi: l’avidità genera povertà. Dal 2009 in Africa...
 
     
 Archivio

Notizie Slow Food
  18/04/2014  
  Natale con i tuoi, Pasqua con... Slow Food!  
  Questo #sloweekend ci piace molto perché durerà tantissimo!!! E per augurarvi buona Pasqua e buone vacanze vi diamo appuntamento lungo tutto lo Stivale con le nostre...
 
   
 Archivio
Fondazione Terra Madre C.F. 97670460019 • Note legali Powered by Blulab