Terra Madre Terra Madre - Choose your language Ministero delle politiche agricole forestali Regione Piemonte Comune di Torino Slow Food
La battaglia per la piccola scala

Poche settimane fa la fiera Inter Food & Drink, a Sofia, ha attirato l’attenzione del pubblico sulla situazione degli agricoltori e produttori di piccola scala e sul loro ruolo nello sviluppo sostenibile delle aree rurali del Paese.

Una conferenza intitolata “La regolamentazione delle vendite dirette: sfide e opportunità” è stata organizzata da Slow Food in Bulgaria in collaborazione con Slow Food Internazionale, Inter Expo Centre e lo European Institute e ha costituito il momento chiave dell'evento. L'incontro, che ha anticipato di qualche giorno la fiera, ha presentato la situazione a un anno dall'approvazione della legge che sulla carta garantisce ormai agli agricoltori di piccola scala un migliore accesso al mercato ma che, in realtà, ha portato finora a ben pochi cambiamenti. Le autorità locali infatti stanno continuando ad applicare ai piccoli produttori regolamenti sanitari e igienici molto severi, che molto spesso impediscono loro la registrazione ufficiale.

“Tra le autorità – ha dichiarato Dessislava Dimitrova, Consigliere di Slow Food Internazionale per la Bulgaria – non è ancora riconosciuta l’importanza di sostenere le produzioni tradizionali di piccola scala. Ora che finalmente c’è una buona legislazione in merito, continuiamo comunque a scontrarci con il vecchio problema dell’atteggiamento di chi deve applicarla. Dobbiamo fare pressione perché un ampio ventaglio di istituzioni pubbliche e private la smetta di dare automaticamente la risposta ‘è impossibile, non possiamo’.”

Per avviare questo processo, Slow Food Bulgaria ha lanciato durante la conferenza una nuova campagna, “Sul cibo: con riguardo e comprensione”, che traccerà una strada per sostenere i prodotti artigianali e i sapori tradizionali del Paese.

Un esempio positivo a cui guardare è stato presentato da Piero Sardo, Presidente della Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus, che ha delineato l’esperienza nella salvaguardia del cibo prodotto in modo artigianale e nella promozione delle tradizioni locali in Italia, dove i progetti della Fondazione hanno le loro radici.

Al termine dalla conferenza, i visitatori della fiera hanno potuto dare uno sguardo ai progetti di Slow Food in Bulgaria, in un ampio spazio espositivo che ha fatto da vetrina per i prodotti dei Presìdi, i loro produttori e le comunità del cibo, ospitando anche numerosi laboratori, discussioni, incontri e degustazioni. Lo speciale focus sulle nuove generazioni è stato inoltre l’opportunità per il lancio dello Youth Food Movement bulgaro, che si è aggiunto a una rete sempre più attiva in tutta l’Europa.

Tra gli altri eventi recenti in Bulgaria, Slow Food Rhodopi-Smilyan ha organizzato il 29 ottobre l’annuale Festival del Fagiolo di Smilyan, accogliendo ospiti dalla rete di Terra Madre Balcani in Serbia e Macedonia. Dal Trentino sono arrivati anche i produttori del Presidio del fagiolo gialèt, per continuare la loro collaborazione con i produttori del Presidio dei fagioli di Smilyan.

Tra pochi giorni, la Bulgaria inaugurerà il suo primo Mercato della Terra durante i festeggiamenti mondiali per il Terra Madre Day. Atteso nel piccolo paese di Tcherni Vit, nella municipalità di Tetven, il mercato sarà per gli abitanti un’occasione unica di acquistare cibo sano e locale, oltre che un luogo sociale per condividere conoscenze e speranze per il futuro.

Il Mercato della Terra di Tcherni Vit è finanziato dal progetto dell’Unione Europea “Dalla sicurezza alla sovranità alimentare: cittadini e autorità locali verso un nuovo paradigma alimentare in Europa per la riduzione della fame nel mondo”.

Per maggiori informazioni:
Dessislava Dimitrova
dessidim3010@gmail.com

Foto: Presidio dei fagioli di Smilyan
 
 
Notizie di Terra Madre
  Italia - 26/02/2013  
  Nuovi paradigmi contro il land grabbing  
  Gandhi ha affermato che su questa terra ci sono abbastanza risorse per tutti, ma esse non sono sufficienti a causa dell’avidità di pochi: l’avidità genera povertà. Dal 2009 in Africa...
 
     
 Archivio

Notizie Slow Food
  24/04/2014  
  Sloweekend della Liberazione  
  Un altro lungo #sloweekend ci attende. Tantissimi gli eventi in tutta Italia, anche per questo 25 aprile che si prospetta incerto dal punto di vista meteorologico. Ci sarà il sole oppure...
 
   
 Archivio
Fondazione Terra Madre C.F. 97670460019 • Note legali Powered by Blulab