Terra Madre Terra Madre - Choose your language Ministero delle politiche agricole forestali Regione Piemonte Comune di Torino Slow Food
Un Presidio in festa sui Carpazi

Il formaggio del branza de burduf, Presidio Slow Food, è stato protagonista in Romania di una giornata di festa

Dalla Romania, Marian Popoiu risponde al telefono entusiasta. Alla Ferma Bucegi, sui monti Carpazi, è tornato il silenzio dopo la manifestazione che ha riunito a fine maggio una trentina di produttori artigianali e le autorità locali.

I produttori del Presidio del branza de burduf dei Monti Bucegi si sono riuniti per festeggiare i risultati del progetto inaugurato da Slow Food nel 2005. Hanno anche parlato dei prossimi importanti obiettivi, della necessità di ampliare la rete di produzione e di distribuzione di questo formaggio.

Il branza de burduf è un formaggio a latte crudo misto, vaccino e ovino, che nasce solo d'estate, nel periodo di alpeggio, quando i pastori portano le greggi nelle stâne (malghe), tra i 1600 e i 1800 metri di altezza. Il formaggio stagiona tra i 20 giorni e i tre mesi nella coaja de brad, la corteccia di abete ricca di resina che viene ammorbidita nel siero bollente prima di avvolgere ogni forma di branza. Con il passare dei giorni, la corteccia, cucita per formare un contenitore perfetto a forma di cilindro, imprime il suo marchio e arricchisce il formaggio di intense note aromatiche.

Sui monti Bucegi, i più alti dei Carpazi, i casari che ancora producono branza sono oggi più di 2000. Combattono contro la concorrenza sleale dei caseifici industriali che vendono con lo stesso nome un formaggio a latte pastorizzato prodotto a valle.

In un territorio così accidentato, senza programmi di sostegno, non è così facile creare una rete che permetta ai produttori di scambiare saperi e condividere strategie comuni per assicurare a questo prodotto straordinario il giusto spazio sul mercato.

All’indomani dell'incontro, Marian, referente del Presidio, racconta con orgoglio la giornata trascorsa. «Sono molto soddisfatto», ci racconta. «Questo primo incontro è diventato una vera e propria festa. Abbiamo accolto anche diversi turisti che, attratti dai festeggiamenti, si sono fermati con noi. L'evento è stato utile per conoscerci, per scambiare esperienze, per consentire ai giovani di confrontarsi con gli anziani e per parlare dei prossimi obiettivi.»

Negli ultimi anni, con l’ingresso della Romania nell’UE, oltre alla concorrenza del falso branza industriale, i casari hanno dovuto far fronte alle rigide imposizioni delle norme europee.

Un primo passo in questa direzione è stato fatto con la realizzazione della Ferma Bucegi: questo caseificio comune è nato in quota l’anno scorso. Sul sito internet www.ferma-bucegi.ro si può fare anche il tour virtuale della struttura. Ora, tutti i produttori del Presidio hanno accesso a questo caseificio che è diventato, mano a mano, anche meta di visite organizzate per le scuole.

Marian ha aperto da poco più di un anno un agriturismo vicino alla fattoria di famiglia per poter vendere agli ospiti tutto il suo branza. In generale, resta difficile trovare degli sbocchi commerciali adeguati per questo formaggio antico e prezioso.
«Ci sono ancora molti passi da fare, dobbiamo facilitare l’accesso ai mercati locali e lavorare sull'utilizzo di tecniche comuni di trasformazione. Era importante però festeggiare i traguardi che il progetto del Presidio ci ha già permesso di raggiungere, organizzeremo sicuramente un altro incontro l'anno prossimo» conclude.


Per saperne di più:

Marian Popoiu
Tel. +40 744692101
marian.popoiu@hotmail.com
www.ferma-bucegi.ro
www.fondazioneslowfood.it
 
 
Notizie di Terra Madre
  Italia - 26/02/2013  
  Nuovi paradigmi contro il land grabbing  
  Gandhi ha affermato che su questa terra ci sono abbastanza risorse per tutti, ma esse non sono sufficienti a causa dell’avidità di pochi: l’avidità genera povertà. Dal 2009 in Africa...
 
     
 Archivio

Notizie Slow Food
  17/04/2014  
  Paraguay: pronti per il Karú Guasú  
  Fervono in Paraguay i preparativi per il Karú Guasú (il grande pasto, in lingua guaraní), un rito gastronomico che unisce le famiglie durante il Giovedì Santo e che fra le sue componenti...
 
   
 Archivio
Fondazione Terra Madre C.F. 97670460019 • Note legali Powered by Blulab