Terra Madre Terra Madre - Choose your language Ministero delle politiche agricole forestali Regione Piemonte Comune di Torino Slow Food
Schermo piatto - Il cinema interpreta il cibo

Scarica qui il racconto Inno al monogodimento di Marco Bosonetto:
Marco Bosonetto.pdf

Clicca qui per acquistare il libro on line

Schermo piatto – Il cinema interpreta il cibo è il nuovo lavoro di Antonio Attorre, edito da Slow Food Editore per la collana asSaggi.
Il cinema è un mondo traboccante di cibo: fotogrammi, sequenze, intere pellicole raccontano di un legame spesso forte e radicato, a volte più labile, dove il collegamento con la sfera della gastronomia può costituire solo lo spunto, lo sfondo, una comparsa.

L’opera si divide in un primo e un secondo tempo proprio come un film. Nella prima parte il testo offre una serie di suggestioni attinte dall’esperienza personale dell’autore. Si tratta di itinerari cine-gastronomici declinati sui vari aspetti. C’è la paura della fame e il desiderio di mangiare in Vita da Cani e La febbre dell’oro di Chaplin. Ci sono i processi identitari legati al cibo e le dimensioni quasi sacrali, eucaristiche come nell’Albero degli Zoccoli di Olmi. Non può mancare poi la convivialità che rivela i caratteri di una comunità, come in Quei bravi ragazzi di Scorsese, fino al grottesco iperbolico dello stare a tavola di La grande abbuffata. Il percorso di Attorre continua attraverso l’elogio del savoir faire come nel film animazione Ratatouille o alla passione di Alfred Hitchcock per la gastronomia tanto da far dire al regista: «Un film non è una fetta di vita, ma una fetta di torta», e tanto altro ancora...
Gli stimoli di questo primo tempo sono molteplici, creando così anche un invito ad arricchire questi percorsi cine-gastronomici costruendo altri parallelismi, citazioni, a utilizzarli come guida o punto di partenza per appunti personali.

Nel secondo tempo si cambia registro: dal saggio si passa al racconto, dal lungo al cortometraggio. Undici autori si cimentano in racconti che portano il cinema in cucina o il piatto sullo schermo, lasciando loro la massima libertà d’ispirazione. Ne è scaturita una deriva un po’ horror che alcuni di essi hanno preso: dalla dieta monotona e in scatola dell’ultimo uomo della terra, a “mostri” che si nutrono di carne e menti umane, a cannibali. Si sentirà parlare di Alien, Dracula, Io sono leggenda, Zombi, tutti film che normalmente tenderemmo a non includere in una lista di opere cinematografiche dedicate all’argomento gastronomico. Non mancano comunque racconti riconducibili a film più tradizionali per l’argomento trattato quali Il cuoco, il ladro, sua moglie e l’amante, o Soul Kitchen. Il risultato è così un percorso che presenta notevoli diversità di registri e sviluppi.
I testi raccolti sono di Valerio Aiolli, Vittorio Barbieri, Marco Bosonetto, Enzo Fileno Carabba, Giacomo Conti, John Irving, Luca Morino, Massimo Raffaeli, Enrico Remmert e Luca Ragagnin, Giovanni Ruffa, Francesco Trento.

Antonio Attorre, collaboratore di Slow Food, è docente all’Università Politecnica delle Marche e ha già pubblicato per la collana asSaggi Château Lumière Brindisi ed ebbrezze al cinema.

Autore: Antonio Attorre
Titolo: Schermo piatto
Collana: Assaggi
Prezzo: Euro 14,50
 
 
Notizie di Terra Madre
  Italia - 26/02/2013  
  Nuovi paradigmi contro il land grabbing  
  Gandhi ha affermato che su questa terra ci sono abbastanza risorse per tutti, ma esse non sono sufficienti a causa dell’avidità di pochi: l’avidità genera povertà. Dal 2009 in Africa...
 
     
 Archivio

Notizie Slow Food
  23/04/2014  
  Vogliamo bene alla nostra Terra: impariamo a gestire gli sprechi  
  Ieri era la Giornata della Terra e tra i concetti principali è emersa la necessità di modificare il nostro modo di vivere, di consumare; insomma, di cambiare partendo dai piccoli e più...
 
   
 Archivio
Fondazione Terra Madre C.F. 97670460019 • Note legali Powered by Blulab