Terra Madre Terra Madre - Choose your language Ministero delle politiche agricole forestali Regione Piemonte Comune di Torino Slow Food
Solidarietà alle famiglia delle vittime e ai tanti amici in Sardegna

Esondazioni, frane, dispersi e sfollati, e finora 18 morti. Immaginiamo sappiate già cosa sia successo e cosa stia succedendo in Sardegna in queste ore. Certo come ci informa il capo della Protezione civile Franco Gabrielli «sulla Sardegna sono caduti 440 millilitri in 24 ore, la quantità di pioggia che nel nostro Paese arriva in sei mesi». Eppure ancora una volta ci sentiamo complici del disastro. E ancora una volta, dobbiamo parlare di alluvioni che si mangiano la terra perché non c’è più niente a fermarle, e il dissesto idrogeologico amplifica la tragedia. 

Abbiamo sentito Nino Scampiddu - Fiduciario della Condotta Slow Food Gallura: «Il problema è stata soprattutto la quantità d’acqua incredibile che si è riversata in poco tempo e in pochi chilometri quadrati. A Olbia poi in particolare, lo scirocco ha sollevato il mare si è alzato e impedendo il deflusso dei fiumi, un ulteriore fattore negativo. Anche le campagne hanno subito tantissimi danni, nonostante ancora l’aratura non fosse completa. Inoltre usciamo da un lungo periodo di siccità: il terreno era praticamente cementato e l’acqua è scivolata via. In campagna ho visto tracce di un vero bombardamento d’acqua che avrebbe devastato qualsiasi centro abitato. Per questo penso non si debba ridurre tutto solo al dissesto o alla cattiva gestione del territorio. Dobbiamo rassegnarci a fare i conti con fenomeni che dovrebbero essere eccezionali e che invece si stanno verificando con una frequenza allarmante»

È difficile non domandarsi se questa distruzione si potesse in qualche modo evitare, ma - come suggerisce la sarda Michela Murgia - «La risposta diventerà importante solo quando avremo finito di cercare chi manca, di aiutare chi è colpito e di piangere chi non tornerà. Adesso c'è spazio solo per l'emergenza e la solidarietà».

 
 
Notizie di Terra Madre
  Italia - 26/02/2013  
  Nuovi paradigmi contro il land grabbing  
  Gandhi ha affermato che su questa terra ci sono abbastanza risorse per tutti, ma esse non sono sufficienti a causa dell’avidità di pochi: l’avidità genera povertà. Dal 2009 in Africa...
 
     
 Archivio

Notizie Slow Food
  17/04/2014  
  Paraguay: pronti per il Karú Guasú  
  Fervono in Paraguay i preparativi per il Karú Guasú (il grande pasto, in lingua guaraní), un rito gastronomico che unisce le famiglie durante il Giovedì Santo e che fra le sue componenti...
 
   
 Archivio
Fondazione Terra Madre C.F. 97670460019 • Note legali Powered by Blulab