Terra Madre Terra Madre - Choose your language Ministero delle politiche agricole forestali Regione Piemonte Comune di Torino Slow Food
Ci piace caldo… ma non bruciato

Ci piace caldo… ma non bruciato: la sezione Culinary Cinema del Festival del Film di Berlino (6 – 16 febbraio,www.berlinale.de) quest’anno ci invita a riflettere su cibo e cambiamenti climatici e suggerisce come poter trovare il giusto equilibrio proprio attraverso le nostre scelte, a partire proprio da cosa decidiamo di portare in tavola o mangiare al ristorante. L’Italia partecipa come mai prima d’ora con ben quattro film in programma. Vi abbiamo già parlato de I cavalieri della laguna di Walter Bencini con il suo viaggio nella vita e nel lavoro della Cooperativa dei pescatori di Orbetello (Presidio Slow Food), un esempio di una pesca buona, pulita e giusta.

Jonathan Nossiter, a dieci anni da Mondovino, con Resistenza naturale ci presenta a quattro «vignaioli-artigiani e coraggiosi», li definisce il regista, sostenitori del vino naturale e contrari al nuovo ordine economico mondiale: «I ribelli del vino naturale contrari al nuovo ordine economico mondiale offrono un modello di resistenza incantato e gioioso. Attraverso l’ironia e l’emozione “Resistenza Naturale” utilizza il documentario e la finzione in un modo che risveglierà il ribelle presente in ognuno di noi», da non perdere insomma.

Tuffo nel passato invece con I maccheroni, corto del 1957 di Raffaele Andreassi, appena restaurato dalla Cineteca di Bologna. Il cineasta, pittore, fotografo e poeta ci racconta un rito culinario che si svolge in un assolato paese del Gargano, quello del pranzo a base di maccheroni al sugo. Un piatto di pasta per far dimenticare la povertà del menu quotidiano, a base di pane e fave cotte…

Infine a rappresentare l’Italia c’è anche In grazia di Dio di Eduardo Winspeare: la storia di quattro donne salentine che si trasferiscono in campagna e vivono con il baratto dei prodotti agricoli che producono. 

Ad arrichire la programmazione l’intervento di alcuni chef (tra gli Daniel Achille, Matthias Diether, Michael Kempf, Tim Raue e i fratelli Roca) con la loro proposta ispirata ai in programma. 

In bocca al lupo ai nostri registi!
A cura di Michela Marchi
m.marchi@slowfood.it 

 
 
Notizie di Terra Madre
  Italia - 26/02/2013  
  Nuovi paradigmi contro il land grabbing  
  Gandhi ha affermato che su questa terra ci sono abbastanza risorse per tutti, ma esse non sono sufficienti a causa dell’avidità di pochi: l’avidità genera povertà. Dal 2009 in Africa...
 
     
 Archivio

Notizie Slow Food
  24/04/2014  
  Sloweekend della Liberazione  
  Un altro lungo #sloweekend ci attende. Tantissimi gli eventi in tutta Italia, anche per questo 25 aprile che si prospetta incerto dal punto di vista meteorologico. Ci sarà il sole oppure...
 
   
 Archivio
Fondazione Terra Madre C.F. 97670460019 • Note legali Powered by Blulab