Terra Madre Terra Madre - Choose your language Ministero delle politiche agricole forestali Regione Piemonte Comune di Torino Slow Food
 
 Consenso privacy
Sostenibilità e Politiche alimentari
 
L’Advanced School in Sustainability and Food Policies, corso on line organizzato dall’Università di Scienze Gastronomiche, ha sottoposto il documento Sostenibilità e Politiche alimentari alle comunità del cibo affinché lo discutessero e lo completassero. Il documento è stato redatto dagli studenti e dagli esperti di fama mondiale che hanno guidato le 8 aree tematiche in cui era suddivisa la scuola e a cui corrispondono gli 8 capitoli che formano il documento. Il 24 ottobre la versione arricchita dei contributi forniti dalle comunità del cibo è stata illustrata nella sessione conclusiva di Terra Madre, mentre il documento definitivo sarà presentato il 10 dicembre in occasione del Terra Madre Day: il testo sarà consegnato a governi, amministratori locali, aziende, ONG e istituzioni internazionali interessati a mettere in pratica queste istanze. Tale documento conterrà le linee guida per sviluppare e attuare nuove politiche del cibo, alla luce delle più recenti analisi relative alla sostenibilità ecologica, economica e sociale.

I Laboratori della Terra in cui si è discusso il documento Sostenibilità e Politiche alimentari si sono svolti tutti venerdì 22 ottobre alle ore 10.00: erano suddivisi in otto aree tematiche che corrispondevano agli argomenti trattati nel corso della Advanced School in Sustainability and Food Policies.

Sala A
Trasformazioni e sistemi sociali
Le evoluzioni storiche della produzione, della distribuzione e del consumo alimentare sono state discusse allo scopo di comprenderle in relazione ai cambiamenti della società.
Hanno guidato il dibattito:
Raj Patel, scrittore, esperto di politiche alimentari, docente dell'Università di KwaZulu-Natal, Sud Africa.
Serge Latouche, professore emerito di Scienze Economiche all’Università di Paris-Sud. È specialista dei rapporti economici e culturali Nord-Sud e dell’epistemologia delle scienze sociali. Sostenitore della decrescita conviviale e del localismo.

Sala B
Energia e produzione sistemica
La discussione ha avuto come scopo quello di individuare le azioni che gli stakeholders devono intraprendere nel campo dei sistemi energetici e di produzione sistemica.
Hanno guidato il dibattito:
Angelo Consoli è direttore dell'Ufficio Europeo di Jeremy Rifkin, della Foundation on Economic Trends ed è presidente-fondatore del CETRI-TIRES (Circolo Europeo per la Terza Rivoluzione Industriale).

Sala C
Biodiversità ed ecosistemi
Il dibattito era finalizzato a comprendere le funzioni della biodiversità all'interno del regno ecologico per fornire informazioni utili ad attuare un modello di agricoltura più sostenibile.
Ha guidato il dibattito:
Marcello Buiatti, docente di Genetica presso l’Università degli Studi di Firenze e presidente della Fondazione Toscana Sostenibile. In qualità di delegato italiano presso la Comunità europea, ha diretto numerosi programmi e progetti scientifici e preso parte a diverse attività internazionali legate alla bioetica e agli studi epistemologici.

Sala D
Beni, scambi e risorse comuni
Si è affrontato il tema della relazione tra etica ed economia, tra responsabilità condivisa e costruzione di un nuovo concetto di qualità alimentare, tra ambiente e persone.
Ha guidato il dibattito:
Stefano Zamagni, professore ordinario di Economia Politica all'Università di Bologna e Adjunct Professor of International Political Economy alla Johns Hopkins University, Bologna Center. È presidente dell'Agenzia per le Onlus.

Sala E
Legge, diritti e politiche
La discussione verteva sulle problematiche giuridiche concernenti le politiche alimentari e sulla promozione di un approccio basato sui diritti umani nello sviluppo e attuazione di tali politiche.
Hanno guidato il dibattito:
Daniele Giovannucci, co-fondatore e direttore esecutivo del Committee on Sustainability Assessment (COSA), un consorzio mondiale di istituzioni e di agenzie delle Nazioni Unite finalizzato allo sviluppo di metodologie innovative nella valutazione degli standard ambientali e sociali e dei diversi approcci alla sostenibilità.
Christoph Spennemann, lavora come consulente legale presso United Nations Conference on Trade and Development. Le sue competenze specifiche riguardano i diritti di proprietà intellettuale.

Sala F
Educazione sostenibile
Si sono discussi i punti salienti che il gruppo di lavoro ha individuato come identificativi di un'educazione sostenibile in riferimento al tema delle scelte alimentari.
Ha guidato il dibattito:
Manfred Max-Neef, economista e ambientalista. E’ famoso per la sua teoria di sviluppo, basata sui bisogni fondamentali. E’ membro del World Future Council.

Sala G
Conoscenze tradizionali, genere e valori immateriali
Sono state affrontate le tematiche della relazione tra cibo, genere ed eredità intangibile, nel tentativo di comprendere come proteggere e promuovere le conoscenze tradizionali delle varie comunità locali.
Hanno guidato il dibattito:
Vandana Shiva, attivista, scienziata, vice presidente Slow Food e presidente Commissione internazionale per il futuro dell’Alimentazione e dell’Agricoltura. Nel 1991 ha fondato Navdanya, movimento in difesa della biodiversità e dell'agricoltura autoctona.
Carlo Petrini, fondatore e presidente di Slow Food, è anche ideatore della rete mondiale Terra Madre.

Sala H
Piacere e benessere
Come definire una dieta sostenibile? Qual è il ruolo di governi e istituzioni? L'incontro ha delineato un sistema educativo mirato alla consapevolezza di un piacere alimentare sostenibile.

L’Advanced School in Sustainability and Food Policies si è svolta dal 19 luglio al 25 ottobre 2010 ed è stata coordinata dal prof. Andrea Pieroni, docente Unisg e da Cinzia Scaffidi, direttrice del Centro Studi Slow Food. Il corso on line era finalizzato a produrre un documento per ogni area di lavoro, che contenesse le linee guida per attuare nuove politiche alimentari, alla luce delle più recenti analisi relative alla sostenibilità ecologica, economica e sociale.
 
 
 Consenso privacy
Fondazione Terra Madre C.F. 97670460019 • Note legali Powered by Blulab