Terra Madre Terra Madre - Choose your language Ministero delle politiche agricole forestali Regione Piemonte Comune di Torino Slow Food
Una cavalleria leggera per Slow Food

«Nel nostro movimento si incontrano generazioni diverse, questa è una delle sue maggiori forze. La rete che avete costruito è straordinaria, ora dovete continuare a volare alto e avere coraggio» il fondatore di Slow Food Carlo Petrini si è rivolto così alla giovane platea di Slow F...uture, l'incontro che ha riunito al Lingotto i rappresentanti dello Slow Food Youth Network.

I giovani attivisti sono arrivati a Torino da tutto il mondo: dal Brasile all’Australia, dall’Olanda all'India. L'incontro organizzato durante il Salone del Gusto e Terra Madre ha dato loro l'occasione di raccontare i propri progetti, condividere esperienze e, soprattutto, confrontarsi sul futuro del movimento.

Il presidente di Slow Food, durante il suo intervento, ha esortato i ragazzi a essere «la cavalleria leggera» dell’associazione, ad andare all’attacco, fare sfondamento e, eventualmente «recuperare quelli rimasti indietro».

L’obiettivo? «Costruire una polis universale la cui maggior forza è la diversità».

E di internazionalità ha parlato anche Joris Lohman, responsabile olandese del movimento: «Dobbiamo rafforzare il nostro profilo politico e portare avanti nuove battaglie globali per il futuro del cibo».

Grandi sfide, insomma, attendono i ragazzi dello Slow Food Youth Network. Come dice Francesco Scaglia, che insieme a Ludovico Roccatello è salito sul palco per rappresentare i 25 gruppi italiani che fanno parte dello SFYN: «La nostra è la generazione che può insegnare il pulito e il giusto al mondo, e cambiare davvero il sistema alimentare».

L’agenda dello Slow Food Youth Network è proseguita con la conferenza Dire, fare, zappare: pratiche e politiche per l'agricoltura dei giovani, pensata per fare il punto su come i nuovi media possano aiutare i giovani a esplorare il mondo del cibo e comunicarlo, di quanto il contributo degli under 35 sia fondamentale per reinterpretare e articolare il futuro dell'agricoltura, e di quale sia il ruolo della Pac (la Politica Agricola Comunitaria) in tutto questo. Con appena un 7% degli agricoltori in Europa sotto i trentacinque anni, è importante tratteggiare i modelli di un nuovo sistema agroalimentare in cui i giovani siano protagonisti.

www.slowfoodretegiovane.org


 Archivio
 
 
 
 
 
 
 Consenso privacy
Fondazione Terra Madre C.F. 97670460019 • Note legali Powered by Blulab