Terra Madre Terra Madre - Choose your language Ministero delle politiche agricole forestali Regione Piemonte Comune di Torino Slow Food
Che messaggio lancerai il 10 dicembre?

Che cosa offrono di speciale la tua regione o la tua comunità? Ci sono tradizioni culinarie o agricole uniche, che vuoi salvaguardare? Vuoi dare voce a un tema politico che merita particolare attenzione? Conosci un cibo tradizionale che rischia di essere dimenticato? Che cosa desideri per il tuo futuro? Che messaggio vuoi lanciare al mondo?

Il Terra Madre Day, la festa di Slow Food che il 10 dicembre celebra ogni anno il cibo locale, è il momento migliore per far sentire la voce della tua comunità, richiamando l’attenzione su temi che ritieni importanti o lanciando il messaggio che ti sta più a cuore. In tutto il mondo, lo stesso giorno, celebreremo i nostri cibi locali in una miriade di modi diversi: con picnic comunitari, fiere gastronomiche, proiezioni di film, raduni, mercati di produttori o, semplicemente, con una cena tra amici. Oltre mille appuntamenti lanceranno un forte messaggio collettivo e, al contempo, mille diversi messaggi individuali sul futuro che vogliamo.

A circa un mese dal Terra Madre Day, le proposte si stanno già moltiplicando… In Mali, una cuoca insegnerà alle giovani donne a preparare il sinassar (una sorta di focaccia a base di farina di riso, un tempo preparata per le occasioni speciali) per rilanciare una tradizione che rischia di scomparire. Nel campo profughi di Farra, in Palestina, il Terra Madre Day darà voce a un messaggio di speranza: oltre a preparare piatti tradizionali, organizzare laboratori e proporre danze popolari, i partecipanti condivideranno i loro ricordi sulla vita prima dell’emigrazione. Secondo gli organizzatori “questo giorno darà ai profughi una nuova speranza di ritornare a casa”. Contemporaneamente, nelle foreste della Malesia si celebreranno le “meraviglie delle ulam”, le erbe selvatiche locali impiegate generalmente crude nella cucina malese, e in Bolivia un pranzo a Km 0 dimostrerà a circa 60 persone che si può trovare del cibo buono, pulito e giusto a due passi da casa. In Norvegia i membri del convivium di Røros daranno una rispolverata ai loro libri di cucina, preparando insieme la ginger beer secondo un’antica ricetta locale, mentre in Canada cinque cuochi del convivium di Edmonton terranno, a titolo volontario, dei corsi di cucina presso una casa di accoglienza per donne, per riaffermare che il buon cibo è un diritto di tutti.

Numerosi eventi porteranno in vari Paesi l’energia (e i cibi!) del Salone del Gusto e Terra Madre, l’appuntamento internazionale di Slow Food tenutosi a Torino lo scorso mese: dal Sudafrica al Vietnam alla Bielorussia, visitatori e delegati del Salone si stanno organizzando per condividere le esperienze vissute nel capoluogo piemontese.

Ma i fatti dicono più delle parole! Unisciti ai festeggiamenti del 10 dicembre per lanciare il tuo messaggio al mondo. Trova un evento vicino al luogo in cui vivi, oppure creane uno tu stesso, semplice o complesso, piccolo o grande. Ispirati alle passate edizioni e scarica le immagini e i documenti dal sito internet di Terra Madre. Non dimenticare di registrare il tuo evento: sarà inserito nella mappa di Terra Madre e pubblicato insieme a tutte le altre iniziative che avranno luogo il medesimo giorno, per dare vita ad una celebrazione davvero globale.

www.slowfood.it/terramadreday


 Archivio
 
 
 
 
 
 
 Consenso privacy
Fondazione Terra Madre C.F. 97670460019 • Note legali Powered by Blulab